VERSO UNIONE INDUSTRIALI DI ROVIGO E VENEZIA

Confindustria Rovigo da tempo cerca una alleanza all’interno della organizzazione degli industriali. Ha provato dapprima con Padova e poi con Treviso, ma non si è arrivati ad una intesa. Ora è la volta di Venezia. E, a quanto pare, e come ha detto Matteo Zoppas, presidente dell’Unione di Venezia, si è arrivati concretezza per una fusione. Su questa alleanza, ha fatto un commento il presidente della Regione Veneto. “La decisione di queste due confederazioni di avviare un processo di fusione è un segnale importante, ha detto, perché testimonia la volontà dei nostri imprenditori di fare squadra per raggiungere obiettivi condivisi e che possono avere ricadute positive su tutto il territorio. Dopo Verona e Vicenza ora tocca a Venezia e Rovigo dimostrando come il sistema confindustriale della nostra regione sia una realtà all’avanguardia e un modello a livello nazionale”. “La roadmap tracciata – ha sottolineato il Governatore – è un percorso che guarda al futuro, in un momento in cui le nostre imprese hanno bisogno di una spinta propulsiva per agganciare la ripresa. Si tratta di un’aggregazione che testimonia, fino in fondo, la volontà delle nostre imprese di superare la logica del particolarismo per una visione ampia e strategica in grado di ridare competitività al’interno sistema produttivo”. Secondo il presidente del Veneto si tratta di “un processo che porterà sicuramente risultati concreti a una delle aree più produttive d’Europa”.